FARMACI ANTIEMETICI (Scopolamina, Difenidramina, Prometazina, Metoclopramide, Ondansetron)

Categoria: Farmaci dell'apparato gastrointestinale

Meccanismo d'azione

Il vomito un riflesso fisiologico con lo scopo di svuotare lo stomaco da sostanze potenzialmente irritanti. Il centro di controllo del vomito ha sede nel bulbo, a cui giungono fibre afferenti e da cui partono fibre efferenti (verso i muscoli lisci e scheletrici del tratto superiore dell'apparato intestinale). Le fibre afferenti provengono da:
- corteccia cerebrale (sensazioni psichiche, visive o olfattive possono indurci il vomito)
- cervelletto, che riceve fibre dal vestibolo dell'orecchio (vomito da chinetosi, tipico mal di mare/mal d'auto)
- nucleo del tratto solitario, che riceve gli stimoli dell'apparato digerente (un riempimento eccessivo dello stomaco o una sostanza irritante stimolano il vomito).
- zona chemocettrice a scatto dell'area postrema, esterna alla barriera emato-encefalica, stimolata da tossine nel sangue.

Il vomito viene trattato farmacologicamente solo in situazioni nelle quali questo di natura patologica, tipici casi sono il mal di mare/mal d'auto, la gravidanza oppure durante il trattamento con farmaci (come anestetici, antitumorali, oppiacei).

La Scopolamina un antagonista muscarinico sul vestibolo e sulla zona chemocettrice a scatto e antistaminico sui recettori H1, usato nel vomito da chinetosi.
Prometazina e Difenidramina sono antagonisti antistaminergici (anti-H1) e antagonisti muscarinici sulla zona vestibolare e chemocettrice a scatto, usati nel vomito da chinetosi, nausea in gravidanza o vomito post-anestesie.
Metoclopramide anche un farmaco procinetico antagonista sui recettori D2 dopaminergici della zona chemocettrice, induce svotaento gastrico e viene impiegato nel vomito da trattamento con antitumorali.
Ondansetron antagonista serotoninergico sui recettori 5HT3 della zona chemocettrice e sul digerente, anch'esso usato in vomito da terapie antitumorali.

Caratteristiche e impieghi

Sono utilizzati nel vomito di natura patologica, da terapie antitumorali, nausea da gravidanza, mal di mare o mal d'auto.

Farmacocinetica

Assunti per via orale, eliminazione per via renale. Scopolamina viene somministrata soprattutto tramite cerotti transdermici da applicare dietro l'orecchio, per avere azione pi immediata sul vestibolo e minori effetti sistemici antimuscarinici (per es sedazione).

Effetti collaterali e avvertenze

Effetti collaterali antimuscarinici per scopolamina, difenidramina, prometazina (es sedazione), ondansetron pu dare blande cefalee.